Serie A, l'esito dell'incontro FIGC-CTS e le parole del Ministro Spadafora

7 Maggio 2020
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

SERIE A SPADAFORA – Si è tenuto oggi il tanto atteso vertice tra la FIGC e il Comitato Tecnico-scientifico che avrebbe dovuto, nelle intenzioni, segnare un punto d'incontro tra le parti per la definzione della stagione calcistica. L’esito è stato però interlocutorio. La riunione ha visto il confronto soprattutto su due temi: la disponibilità dei tamponi e la gestione dei casi di positività. Quest’ultimo tema si è rivelato molto attuale dati gli ultimi casi di infezione da Coronavirus riscontrati da Torino, Fiorentina e Sampdoria. Il CTS ora presenterà una relazione al ministero della Salute, Roberto Speranza. A proposito dell'incontro si è espresso così Vincenzo Spadafora, il tanto discusso Ministro dello Sport. Ecco le sue dichiarazioni affidate al suo profilo Facebook.

Le parole di Spadafora sul vertice FIGC-CTS

"Federcalcio e Comitato tecnico scientifico hanno analizzato il protocollo proposto dalla FIGC per la ripresa degli allenamenti di squadra, cosa che auspicabilmente dovrebbe avvenire dal 18 maggio. So che c’è stato un confronto molto importante, molto approfondito, con molte richieste da parte di medici e scienziati alla FIGC. Mi auguro che si siano risolte le questioni problematiche che erano state evidenziate e che quindi il 18 maggio possano riprendere, anche compatibilmente all’evoluzione dei prossimi dieci giorni dell’emergenza sanitaria che speriamo ci dia tutti dati positivi e soddisfacenti. Adesso il Comitato, sulla base di questi approfondimenti ottenuti,stenderà una propria valutazione che verrà formalmente inviata al Ministero della Salute. Poi sarà immediatamente resa nota a noi e a tutti quanti".

© Copyright - Atalantalive.it - Testata giornalistica in attesa di registrazione presso il Tribunale di Roma
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram