UFFICIALE AIA, ecco le modifiche al regolamento per i falli di mano: le due casistiche

5 Agosto 2020
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

UFFICIALE AIA FIGC SERIE A – Nemmeno il tempo di catalogare come auspicabili le parole di Roberto Rosetti (leggi qui l’articolo completo), Responsabile della Commissione Arbitrale UEFA, sulla necessità di una nuova interpretazione dei falli di mano, che ecco arrivare la modifica al regolamento da parte dell’AIA. La quale, con una nota congiunta alla FIGC, ha diramato le modifiche alle Regole del Gioco per l’edizione 2020/21. Ecco le due casistiche riguardanti il tema tanto discusso dei falli di mano.

Le modifiche sulla valutazione dei falli di mano

Si legge nella circolare: “Al fine di determinare un fallo di mano, il limite superiore del braccio coincide con la parte inferiore dell’ascella”.
Ed ancora: “Non è un’infrazione se, dopo un contatto mano / pallone accidentale, il pallone percorre una certa distanza (passaggio o dribbling) e/o ci sono più passaggi prima della segnatura della rete o dell’opportunità di segnare una rete“.

© Copyright - Atalantalive.it - Testata giornalistica in attesa di registrazione presso il Tribunale di Roma
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram