atalantalive-gasperini-gian-piero-udiense-atalanta-news
LaPresse

UDINESE ATALANTA NEWS GASPERINI – Comincia benissimo l’anno per l’Atalanta. La giornata in più di stop dovuta al rinvio del match con il Torino, e la forte incertezza, non hanno fermato gli uomini di Gian Piero Gasperini. La vittoria per 2-6 conferma inoltre un ottimo trend che la Dea fa registrare dal 2019. Negli ultimi quattro anni i nerazzurri hanno sempre vinto, per distacco e con goleada, la partita inaugurale del nuovo anno. 

  • 2019: Frosinone-Atalanta 0-5 
  • 2020: Atalanta -Parma 5-0
  • 2021: Atalanta-Sassuolo 5-1
  • 2022 Udinese-Atalanta 2-6

I bergamaschi sono riusciti a portarsi a casa una partita semplice sulla carta, ma a cui sono arrivati con forti incertezze. Alla vigilia sono stati trovati tre nuovi casi di giocatori positivi al Covid-19, e fino al momento del fischio d’inizio è aleggiata intorno al match una forte incertezza. L’Udinese, come la Dea, ha saltato il primo match dell’anno perché posta in quarantena dalla Als. Inizialmente le era stato impedito anche di giocare la 21° giornata. È stato poi il ricorso vinto dalla Lega a far scendere il campo le due squadre. Al termine dell’incontro ha parlato il tecnico nerazzurro che ha raccontato anche di come è stato prepararsi al match con tali incertezze. 

LEGGI ANCHE —> Udinese-Atalanta, Marino: “L’Udinese è stata mandata al martirio rischiando la salute dei giocatori”

Udinese Atalanta news sul match, le parole di Gasperini

“Per noi è stata una settimana di assoluta incertezza, non sapevamo se e quando si sarebbe giocata la partita. Credo però che alla fine giocare sia stata la cosa migliore. Siamo stati bravi ad approcciarci al meglio alla partita, il rischio era di pensare di affrontare una squadra di ragazzini e di non essere sufficientemente concentrati, invece alla fine forse avevamo più assenze noi”. 

Difficoltà nelle partite in casa per la Dea

“Ci sono tanti motivi, forse anche l’atteggiamento degli avversari, che in casa nostra giocano più a viso aperto. In casa forse abbiamo sofferto l’assenza di pubblico o la riduzione di capienza. Siamo andati spesso in svantaggio in partite importanti che non siamo riusciti a ribaltare. Siamo contenti per le vittorie esterne, ma dovremo migliorare il rendimento in casa. Ora contro l’Inter sarà una sfida di alto livello, ma prima pensiamo alla Coppa Italia, appuntamento a cui teniamo molto”

Rispondi