Luca Percassi fa il punto sul mercato: le parole dell'AD bergamasco

20 Luglio 2021
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: 2 minuti

PERCASSI ATALANTA INTERVISTA - Luca Percassi, figlio del Presidente Antonio nonché AD della società orobica, ha risposto alle domande dei giornalisti presenti all'evento di presentazione delle nuove divise della squadra. Ecco le sue parole.

L'intervista a Luca Percassi, AD dell'Atalanta

"Man mano i giocatori arrivano, già da oggi si inizieranno ad aggregare. Se non sono a Zingonia vuol dire che hanno fatto l'Europeo o altre coppe. Gollini? Ci sono varie ipotesi che stiamo ascoltando, so solo che è un giocatore molto importante, un ragazzo che ci ha permesso di crescere e magari ci porterà qualcosa di diverso. Però di definitivo ad oggi non c'è nulla, se non delle ipotesi concrete. L'ipotesi Tottenham è molto concreta".

Sugli obiettivi in entrata: Koopmeiners e Pobega

"Tutti i giorni leggo nuovi nomi che ci accostano, alcuni figli di interessamenti ma ci tengo a ribadire che partiamo da una squadra fatta di ragazzi che ci hanno dato molto. I risultati fatti sono straordinari, partiamo da un grandissimo allenatore che per noi è la persona più importante del nostro progetto. Invece di parlare di tanti nomi, noi pensiamo di ripartire dal nostro gruppo che è fatto di ragazzi che ci hanno permesso di crescere moltissimo. Poi, ovviamente, questo è un mercato particolare per tanti motivi: la pandemia, gli Europei, per le difficoltà di vendere e comprare. Per noi è fondamentale dire grazie a chi ci ha permesso di essere qui oggi e farà parte del nostro progetto. Pobega? Ci sono vari nomi. Noi partiamo da una squadra competitiva per l'obiettivo dell'Atalanta, poi fa parte del mercato: a volte si vende, a volte si compra, ma questo mercato è molto particolare e dovremo vedere se ci saranno le occasioni giuste in entrata e in uscita per continuare il nostro progetto di crescita".

Le parole di Percassi su Romero

"Il principio che abbiamo seguito in questi anni è che le cessioni ci devono rinforzare, non indebolire. Questa è la nostra idea. Cristian Romero ha fatto una stagione straordinaria, l'hanno premiato come miglior difensore in Italia ed è normale che abbia interessamenti. E' all'Atalanta però, squadra che gli ha permesso di crescere e di trovare la convocazione in nazionale. Vediamo che cosa succede, ma il nostro principio è sempre questo. Se faremo vendite lo faremo con raziocinio. Non devono arrivare offerte folli, ma congrue al valore del giocatore".

Percassi sugli obiettivi dell'Atalanta

"Si scrivono tante cose, ma il nostro obiettivo è la salvezza, come dice sempre mio papà. Lo diciamo perché ci crediamo e perché sappiamo da dove veniamo e conosciamo i nostri sacrifici per una realtà medio-piccola del calcio italiano. E' l'undicesimo anno di fila in A, questo è il nostro scudetto. Andare in Champions League equivale ad uno scudetto, ma non dobbiamo abituarci. Noi siamo l'Atalanta, e l'Atalanta partirà sempre, fin quando ci saremo noi, con l'obiettivo della salvezza. E guai se ci fosse insoddisfazione se quest'anno dovessimo raggiungere risultati diversi. Vorrebbe dire che non si rispetta la storia di questa società. Veniamo da anni che ci hanno gratificato, più di qualunque sogno. Tutto è avvenuto per la città, che ha sofferto più di ogni altra realtà. L'Atalanta è stato motivo di speranza per i bergamaschi e i risultati sono entrati nelle case dei bergamaschi, questa è la cosa più importante".


© Copyright - Atalantalive.it - Testata giornalistica in attesa di registrazione presso il Tribunale di Roma
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram