Gasperini in conferenza stampa: le aspettative, il mercato, ed il match contro il Torino

20 Agosto 2021
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: 2 minuti

ATALANTA GASPERINI CONFERENZA STAMPA - Queste le parole di Gian Piero Gasperini, tecnico della Dea, nella conferenza stampa alla vigilia di Torino-Atalanta, match che apre la Serie A 2021/22 per la compagine orobica.

Atalanta, la conferenza stampa di Gasperini

"Alzatela voi l'asticella, a me va bene così. Io non voglio togliere i sogni a nessuno, ma non è che devo farlo io. Per noi è come aver vinto degli scudetti, speriamo di continuare ancora. Non è così scontato e banale ripetersi. Alzare le aspettative? Non posso rispondere a tutti quelli che la pensano in questo modo. Io non parto con l'Atalanta che deve vincere il campionato, per me è così. Sappiamo delle difficoltà che ci sono in questo campionato. Sono contento che possiamo partite nonostante le poche amichevoli e con la preparazione a singhiozzo. Ancora adesso siamo davanti a una situazione incompleta, ci sono infortuni e squalifiche. Non parto con un obiettivo, ci sono tante squadre forti e alcune che faranno meglio rispetto agli scorsi anni. Credo che abbiamo un buon modo per stare in campo, sono una garanzia da una parte, ma non di risultato. Non sarei voluto essere così in emergenza, ma non rappresenta un alibi. Ma riguarda tante squadre. Il campionato inizia domani, ci faremo trovare pronti".

Sul caso Zapata

"Zapata resta? Penso di sì, ma è un pensiero mio come può essere il vostro. Non so cosa può succedere, è un mercato davvero stranissimo con pochi movimenti e poi ci sono trasferimenti eclatanti con cifre notevoli. Faccio fatica a fare previsioni".

Sul nuovo acquisto Demiral

"È un giocatore selezionato, ha delle buone caratteristiche. Giocando andrà sempre meglio. Dal momento in cui è nata l’esigenza di sostituire Romero credo che Percassi abbia fatto una buona operazione. Mi dispiace per la cessione di Romero, ma sono anche contento per lui e per quanto raggiunto. Non sarò mai a mettermi di traverso con la società o con i giocatori. Non era facile sostituire una partenza del genere, credo sia stata fatta nel modo migliore”.

Sul match col Torino e sugli infortunati in casa Atalanta

"Una partita difficile. Juric è l'allenatore giusto per rilanciare una piazza importante e con un attaccamento viscerale alla squadra, penso sia la persona giusta. Non è facile per nessun allenatore dare subito un'impronta alla squadra, ma ha dimostrato di avere le capacità per lavorare bene. Darà grandi soddisfazioni. Infortunati? Lovato ha recuperato. Poi ci sono De Roon, Freuler, Delprato e Toloi squalificati. Zapata deve restare quindici giorni a riposo, speriamo di recuperarlo per la terza giornata".

© Copyright - Atalantalive.it - Testata giornalistica in attesa di registrazione presso il Tribunale di Roma
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram