Ferron sta dalla parte di Gasp: "Le polemiche del Valencia? Retroattive. Non esageriamo..."

5 Giugno 2020
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: < 1 minuto

FERRON GASPERINI ATALANTA VALENCIA - 293 presenze totali in maglia Atalanta non sono uno scherzo. Fabrizio Ferron, storico portiere della Dea a cavallo degli anni '80-'90, e ora preparatore dei portieri delle giovanili della Nazionale, ha rilasciato delle dichiarazioni a Tuttomercatoweb.com. Ovviamente non sono mancate le domande sulla splendida stagione della sua ex squadra e sulle polemiche che hanno coinvolto Gasperini nel caso Valencia-Atalanta. Ecco le parole di Ferron.

Sull'ambiente Atalanta

"Vive di un contesto solido di squadra. Cambiano due-tre giocatori al massimo per stagione e chi si inserisce lo fa in modo sereno. A Bergamo hanno imparato ad avere pazienza, cosa che nel calcio e con i giovani non abbiamo. Tolti da quel contesto alcuni calciatori se vanno in un ambente frenetico dove non c’è appunto pazienza e ti chiedono risultati subito, possono risentirne".

Sulla gestione Percassi

"Percassi l'ho avuto da presidente nella sua prima gestione. E’ atalantino e bergamasco, ha giocato nell’Atalanta e meglio di così non poteva esserci. Già nei primi anni Novanta era avanti, era lungimirante e sapeva programmare nel tempo. Si è fatto apprezzare adesso non solo per i risultati ma per la società che ha strutturato".

Sul caso Gasperini-Valencia

"In quel momento non si sapeva che tutto sarebbe sfociato in una brutta malattia. Fare ora polemiche retroattive, pensando che qualcuno abbia nascosto qualcosa, beh non esageriamo".

© Copyright - Atalantalive.it - Testata giornalistica in attesa di registrazione presso il Tribunale di Roma
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram