AIC, le parole di Tommasi: "Col distanziamento sociale è un calcio depotenziato"

10 Maggio 2020
- Di
Arianna Botticelli
atalantalive-atalanta-stadio-gradinate-tifosi
Tempo di lettura: < 1 minuto

SERIE A TOMMASI AIC – Damiano Tommasi, presidente dell’Associazione Italiana Calciatori, ha parlato a La Gazzetta dello Sport a proposito di come potrebbe riprendere il calcio ai tempi del Coronavirus. Il tema del distanziamento sociale, per quanto inevitabile soprattutto in questa fase, sarebbe in qualche modo un fattore di "ostacolo" al vero spirito del gioco. Questa la sintesi delle parole di Tommasi, che riportiamo sotto.

Serie A, le parole di Tommasi sulla ripresa del campionato

“Speriamo che tutto ciò basti. A me, più delle mascherine, suscita perplessità il distanziamento sociale, questo metro di distacco che oggi come oggi bisogna rispettare anche sul campo. È strano, è una misura che allenta l’energia tipica dello sport. Il calcio depotenziato. Poi ho letto che il pallone può essere elemento di contagio e sono stranito. Il pallone è l’oggetto che sul campo lega tutti e crea attrazione perché tutti lo tengono d’occhio e puntano a toccarlo. Lo spogliatoio venuto meno, in questa fase, è una cosa che mi lascia abbastanza indifferente, non ho mai creduto nella sua sacralità, penso che le squadre diventino tali per altre vie".

© Copyright - Atalantalive.it - Testata giornalistica in attesa di registrazione presso il Tribunale di Roma
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram