Gasperini: “Gomez? Parliamo di calcio, domani c’è la Roma”

19 Dicembre 2020
- Di
Arianna Botticelli
Tempo di lettura: 2 minuti

GASPERINI ATALANTA ROMA CONFERENZA STAMPA – Queste le parole di Gian Piero Gasperini, intervenuto in conferenza stampa, alla vigilia di AtalantaRoma.

Gasperini in conferenza stampa alla vigilia di Atalanta Roma

“Troviamo una squadra in condizione e che fa tanti gol, hanno trovato il passo giusto. Era una squadra di valore già lo scorso anno, oggi troviamo una delle big del torneo. Arriva in un momento in cui il campionato è in una parte accesa. Tutte le migliori squadre stanno dando il massimo, è una partita molto interessante, visto anche il nostro momento. Si incontrano due squadre che vogliono far bene. Fonseca ha fatto un gran lavoro, la Roma stava facendo bene anche lo scorso anno. Quest’anno, partendo dall’inizio del campionato, si vede che hanno delle conoscenze consolidate, stanno facendo quello che tutti vediamo. Per noi domani sarà una partita importante: lo scorso anno è andato bene, ma ogni gara è diversa. Parliamo di due squadre che si conoscono bene dal punto di vista tattico. Le prestazioni sono sempre state buone, a volte non sono state valorizzate col risultato, ma la squadra ha creato tanto. A volte gli episodi cambiano le partite, ma la squadra è sempre stata in partita anche col Verona. È chiaro che nell’ultima partita con la Juve abbiamo regalato qualche situazione, almeno nel primo tempo. Abbiamo fatto anche delle cose positive, poi è certo che si lavora sugli errori”.

Sulla scelta del capitano e su Gomez

Gomez? Se vogliamo parlare di calcio bene. Ne stiamo parlando da giorni, ma domani abbiamo una partita importante. Dobbiamo preparare questa gara che sentiamo, la nostra attenzione è rivolta alla sfida di domani. La scelta del capitano è fatta in base all’anzianità, all’appartenenza e al numero di partite giocate. Io sono per più capitani: per me De Roon, Freuler e Toloi sono tre capitani. Credo che in una squadra ci debbano essere più capitani”.

Sull’utilizzo dei social

“Io sul privato o sui momenti fuori dalla squadra non sono invasivo. Io non controllo ciò che scrivono o no, non fa male a nessuno. Io non partecipo personalmente. Quello che mi interessa è che quando siamo sul campo o a Zingonia bisogna rispettare le regole della società, su quello dobbiamo avere gli stessi atteggiamenti. Sono tutti ragazzi giovani, chi io un modo o nell’altro esprimono la loro età. Li lascio liberi, anche perché li stresso abbastanza in campo”.

Sui calciatori dell’Atalanta finiti alla Roma

“Sono quattro giocatori forti, Spinazzola quest’anno sta facendo più degli altri anni. Stanno facendo delle cose incredibili. Ibanez, vi dico la verità, siamo tutti dispiaciuti: poteva essere un giocatore importante, a differenza di Romero aveva fatto pochi campionati in Italia. Sta venendo fuori con un po’ di rammarico, è un giocatore che ha dimostrato di avere caratteristiche importanti”.

© Copyright - Atalantalive.it - Testata giornalistica in attesa di registrazione presso il Tribunale di Roma
chevron-down linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram