Terrore a Bruxelles: attentato e morti prima di Belgio-Svezia

16 Ottobre 2023
- di
Martino Cardani
Condividi:
Lo Stadio Re Baldovino
Tempo di lettura: < 1 minuto

BRUXELLES ATTENTATO BELGIO SVEZIA- L'ISIS torna a terrorizzare l'Europa. E lo fa, tramite uno dei cosiddetti "cani sciolti" (militanti che agiscono in solitaria, spesso per emulazione), nel cuore pulsante dell'Europa. A Bruxelles. La città viene colpita alle 19.00 quando, poco prima del fischio di inizio di Belgio-Svezia, il killer Slayem Slouma apre il fuoco con un Kalashnikov sui civili. Ci sarebbero due morti accertati, tifosi svedesi in trasferta, colpiti dall'attentato.

Attentato a Bruxelles prima di Belgio - Svezia, 2 morti

"Allah Akbar" urlato prima di fare fuoco. Poi le grida, il terrore, la fuga. Dei civili e del killer, che risulterebbe a piede libero. I colpi di kalashnikov tolgono la vita a due persone, tifosi svedesi accorsi in Belgio per assistere alla sfida tra i padroni di casa e la nazionale scandinava.

L'attentatore, che avrebbe confessato in un video di appartenere all'ISIS, preoccupa le autorità. Tanto che, dopo la sospensione della partita all'intervallo, non ci sarebbe l'autorizzazione per i 30.000 presenti allo Stadio Re Baldovino di uscire dall'impianto.

Una notte di terrore attende Bruxelles, con una serata di festa trasformata nell'ennesima violenta follia.

Martino Cardani

Tags:
Logo facebookLogo InstagramLogo X Twitter
© Copyright - Atalantalive.it
Testata giornalistica in attesa di registrazione presso il Tribunale di Roma
chevron-down